Cervone

Il cervone è un serpente caratterizzato da un tronco robusto e dall'aspetto slanciato. Le squame sono ovoidali e romboidali, leggermente carenate. La testa è larga e corta, gli occhi sono piuttosto grandi con pupilla rotonda. Gli adulti hanno una colorazione di fondo bruno-grigia sulla quale ci sono quattro linee parallele che vanno longitudinalmente e lungo i fianchi dal collo alla coda. Il cervone è presente in numerosi habitat, generalmente in ambienti con substrato roccioso e copertura arborea più o meno rada, spesso vicino a fonti d’acqua. E' una specie appenninico balcanica ed in Italia la distribuzione risulta disomogenea in un areale che va da Toscana e Marche alla Calabria; è stata segnalata di recente anche nella provincia di Trieste al confine con la Slovenia. E' un serpente diurno, terricolo e arboricolo, dai movimenti molto lenti; innocuo per l'uomo. E' attivo dall'inizio della primavera, fino all'autunno; con l'arrivo del freddo invernale cerca rifugio tra le rocce e negli interstizi dei muretti a secco dove passa il periodo difficile in letargo. E' oviparo, la femmina depone 3-18 grosse uova in buche nel terreno, nelle fenditure delle rocce o alla base dei cespugli; le uova schiudono dopo circa 2 mesi; i piccoli lunghi circa 35 cm sono completamente autonomi e indipendenti. La specie, priva di veleno, caccia a vista e uccide le prede per costrizione; si ciba di roditori, lucertole e nidiacei di uccelli. Curiosità: Secondo alcuni il nome cervone deriva dal fatto che i pastori che lo vedevano durante la muta scambiavano la pelle secca della testa per delle corna. Per altri il nome è dovuto alle piccole escrescenze presenti sul capo. Per altri ancora le corna sono virtuali ed indicano la nobiltà di questo serpente, tra i più grandi d'Europa.
È anche chiamato pasturavacche, in quanto la credenza popolare voleva che fosse attirato dal latte delle vacche e delle capre al pascolo, e che per procurarselo si attaccasse alle mammelle degli animali, o addirittura lo leccasse dalle labbra sporche dei lattanti.

logo museopedia def-01.png