Museopedia

Apparecchio di Tyndall

L'apparecchio è una modifica ingegnosa della schiacciata di Tyndall con cui si fa una misura qualitativa del calore specifico di diverse sostanze solide, in particolare metalli. Esso è interamente realizzato in ottone, elegantemente tornito, con cinque ganci incernierati ai quali si attaccano cinque diverse biglie delle stesse dimensioni e peso ma di metalli diversi: rame, ferro, bismuto, stagno, piombo ( una purtroppo è andata persa). Su un supporto anulare viene poggiato un disco in paraffina dello spessore di circa 15 mm. Le sfere metalliche vengono riscaldate in un bagno d'acqua o di olio bollente, asciugate con della carta assorbente e poi , ruotando leggermente l'apparecchio, lasciate cadere sul disco di paraffina. La biglia di ferro, seguita da quella di rame, bucheranno il disco di paraffina; quella di stagno farà un cammino minore nella paraffina, quella di piombo ancor meno e quella di bismuto praticamente rimarrà poggiata sul disco, a riprova del fatto che il bismuto ha il calore specifico minore di tutti e cinque i metalli. Il fatto che le palline abbiano la stessa dimensione fa sì che esse abbiano tra loro stessa area di contatto a mano a mano che scendono attraverso il disco di paraffina nonchè stessa forza peso, probabilmente realizzata scavando più o meno l'interno delle sferette cosicché le diverse velocità di discesa manifestate dalle palline dipendono esclusivamente dai differenti calori specifici dei materiali.