Teredo Navalis

La Teredine Navalis, appartenente alla classe dei Bivalvi eterodonti e alla famiglia Teredinidi, è un verme dotato di due conchiglie bianche a tre lobi utilizzate per alesare in legno. I gusci sono lunghi fino a 2 cm e sono caratterizzati da creste concentriche. All'estremità posteriore vi sono due sifoni: il primo è utilizzato per la respirazione e l'alimentazione, mentre il secondo per l’emissione dei rifiuti e degli spermatozoi. Le Teredinidi hanno una lunghezza media di 20cm, ma possono variare da 1,5cm a 58cm, ed hanno un diametro di 1cm. Indicate anche con l’appellativo di “vermi navali”, dal momento che spesso dimorano nelle navi, danneggiandole, e dove, dopo essersi attaccate alle superfici di queste, vi rimangono fino all’età adulta. Le Teredini navalis sono state identificate per la prima volta vicino ai Paesi Bassi nel Mare del Nord, ed hanno una temperatura ottimale compresa tra 15 e 25 gradi Celsius e, di conseguenza, li si possono trovare in zone temperate e tropicali, come il Mar Baltico e gli oceani Atlantico e Pacifico. Per quanto riguarda la riproduzione di questi individui, l’esemplare maschile rilascia nell’acqua lo sperma, che viene poi incanalato dall’esemplare femminile mediante il sifone. La riproduzione avviene tipicamente nei mesi estivi quando le temperature raggiungono i 15 gradi Celsius. Le Teredinidi si nutrono principalmente di legno. Essi sono in grado di farlo a causa di enzimi prodotti dai batteri che fissano l'azoto al loro interno. Le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da BIOLOGIAMARINA.ORG, LE SPECIE DEL NOSTRO MARE www.biologiamarina.org

logo museopedia def-01.png