Eunicella verrucosa

Eunicella verrucosa è un ottocorallo con scheletro corneo, forma arborescente e ramificata; può raggiungere un altezza di 40-50 cm; presenta superfici verrucose per la presenza di larghi calici che accolgono i polipi retrattili. Riconoscibile dal suo particolare colore bianco candido, talvolta rosaceo, può essere confusa con la più comune Eunicella cavolinii, di colore giallo-arancio chiaro. E' una specie sciafila, dunque predilige i luoghi ombreggiati, e vive su fondali rocciosi della zona mesofotica, dove penetra meno dell'1% della luce, tra i 50 e i 200 m di profondità. E' diffusa nell'Atlantico orientale e nel Mar Mediterraneo; predilige acque temperate-fredde e nel Mediterraneo è stata classificata come "quasi minacciata" dall'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN); le principali minacce sono il riscaldamento delle acque e la pesca; tuttavia la sua distribuzione generalmente profonda contribuisce a limitare i danni alle popolazioni legati al riscaldamento incontrollato delle acque superficiali. Come altre gorgonie, costituisce un substrato per altre specie, e favorisce lo sviluppo di comunità ad essa associate. Nel reperto, sulla gorgonia sono posizionati due cavallucci marini e una tipica sacca, definita borsellino della sirena, che è una capsula ovigera di alcune specie di razze e squali: le femmine di queste specie ancorano le capsule ovigere ai rami di gorgonia mediante i quattro filamenti presenti sui bordi della capsula; le capsule contengono un solo uovo fecondato da cui si sviluppa l'embrione. I cavallucci marini usano la coda prensile per aggrapparsi a coralli e piante subacquee, tuttavia essi prediligono acque calde e poco profonde per cui non è facile trovarli associati alla gorgonia bianca.
le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da BIOLOGIAMARINA.ORG, LE SPECIE DEL NOSTRO MARE www.biologiamarina.org

logo museopedia def-01.png