Rampichino

Il rampichino (Certhia brachydactyla), è un uccello di piccole dimensioni, lungo circa 12 cm e con un peso di circa 8-11 g; l’aspetto è paffuto e arrotondato, caratterizzato da grossa testa piriforme, arrotondata sulla nuca e allungata nel senso del becco che è lungo, sottile e incurvato verso il basso; presenta ali appuntite e forti zampe dalle lunghe dita artigliate. Il piumaggio è di color nocciola su fronte, vertice e nuca; il dorso è dello stesso colore, con le singole penne che però presentano punta orlata di scuro e base con una macchia circolare chiara, a dare alla zona un effetto screziato e mimetico; la coda e le ali sono di color bruno-dorato; gola e petto sono prevalentemente bianchi. Il tratto distintivo del Rampichino è l’abilità di arrampicarsi sui tronchi degli alberi, grazie alle sue lunghe dita artigliate; a tale abilità contribuiscono anche le penne della coda, particolarmente rigide, che usa come ulteriore punto d’appoggio. Il rampichino è un uccello insettivoro, che utilizza il lungo becco ricurvo per ispezionare le fessure e le spaccature della corteccia ed i buchi nei tronchi alla ricerca di piccoli insetti, larve, ragni, che costituiscono la massima parte della sua dieta; durante i periodi più freddi, questi uccelli si nutrono anche di semi. Il rampichino comune è diffuso in gran parte dell'Europa, lungo le coste del Maghreb e nelle aree pedemontane di tutte le regioni italiane, Sardegna esclusa. L'habitat di questi uccelli è rappresentato dalle foreste decidue o miste ma a prevalenza di latifoglie, ma si possono trovare anche nei parchi e nei giardini. Sono uccelli monogami che costruiscono un nido a forma di coppa che viene ubicato in una spaccatura di un tronco o della corteccia, in una tana abbandonata o anche in crepe dei muri sufficientemente spaziose. All'interno del nido, la femmina depone 5-7 uova biancastre con rada maculatura di colore bruno-rossiccio, che provvede a covare da sola, mentre il maschio provvede a reperire il cibo. Il richiamo di questi uccelli è acuto e composto da quattro note corte, che ricordano il cigolio di una ruota metallica. Il rampichino comune somiglia molto al rampichino alpestre, che abita le foreste di conifere e i boschi misti presenti sulle Alpi e sull’Appennino, e rispetto al quale presenta unghie più corte, colorazione ventrale più chiara e più nettamente separata dal bruno dorsale, sopracciglio meno nitido e coda e remiganti sono più scure.

Verso

Rampichino

logo museopedia def-01.png