Airone Cenerino

L'airone (ardèa cinerea) è un uccello della famiglia degli ardeidi, comunemente denominato “Airone Cenerino”. Tale nome deriva dalla cittadina di Ardea da cui, come narra Ovidio, si levò in volo un airone dopo che Enea ridusse la città in cenere.
Questo volatile raggiunge da adulto notevoli dimensioni con una statura di circa 95 centimetri e un'apertura alare di circa 1,70 metri. Ha zampe e becco di color giallo, mentre il piumaggio è grigio superiormente e bianco inferiormente.
L'adulto ha piume nere sul collo e un ciuffo nucale nero molto evidente che si diparte dalla sommità posteriore e superiore dell'occhio, mentre nei giovani predomina il colore grigio.
Non vi sono segni particolari per distinguere le femmine dai maschi; solitamente i maschi sono un po' più grandi. Come tutti gli aironi, vola tenendo il collo ripiegato a S.
L'airone cenerino si nutre di pesci, rane, girini, bisce d'acqua, crostacei, molluschi, insetti acquatici, piccoli mammiferi e di piccoli di altri uccelli.
È un animale attivo sia di giorno che di notte, e per nutrirsi si sposta anche di decine di chilometri dal luogo di nidificazione o dal dormitorio.
È diffuso nelle zone temperate del Vecchio Mondo, a eccezione delle zone artiche e dei deserti, e vive in Europa, Africa e Asia occidentale, Asia orientale e Madagascar.
Questo uccello preferisce habitat dalle acque basse, come risaie, canali, fiumi, laghi e coste marine. Si trova generalmente in pianura, ma occasionalmente si può spingere anche a più di 3000 m di quota. Infine si può dire che nidifica in colonie , definite garzaie, realizzate in luoghi protetti, alberati e generalmente vicini all'acqua.

Curiosità:
La ricerca del cibo viene effettuata in acque profonde fino a 60 cm grazie alla lunghezza dei suoi arti. È noto anche come ‘campione di pazienza ‘per la sua tecnica di caccia particolarmente interessante: caccia stando immobile sovente su una sola zampa nell'acqua ed una volta localizzato il pesce esso viene afferrato, lanciato in aria e successivamente inghiottito dal capo, così evitando l'apertura delle scaglie.
L’Ardea cinerea è particolarmente conosciuto per il suo caratteristico modo di volare: vola lentamente con il collo incurvato all’indietro, come a formare una ‘s’ tenendo le ali a forma d’arco e le zampe stese.

Verso

Airone Cenerino