Grillaio

Il grillaio è un uccello che appartiene all’ ordine dei Falconiformi e alla famiglia dei Falconidi
Il Grillaio (Falco naumanni) è un rapace di piccole dimensioni, che misura da 30 a 35 centimetri dalla testa alla coda e la cui apertura alare è di circa 70 centimetri. Il maschio ha parti superiori rosso mattone senza macchiette nere, parti inferiori fulve; la coda presenta una larga banda nera vicino alla punta che è bianca. La femmina ha le parti superiori bruno ruggine, striate di nero e coda color ruggine anch'essa striata e con banda nera terminale. Il Grillaio somiglia a un piccolo Gheppio da cui si distingue, oltre che per le dimensioni ridotte, per la assenza di mustacchio e di macchie nere sul dorso nei maschi e per le unghie bianche (nere nel Gheppio), Si alimenta di invertebrati come cavallette, coleotteri, grillitalpa, insetti vari che coprono circa l'80% della sua alimentazione. Riesce comunque a predare con successo rettili come le lucertole e, occasionalmente, piccoli roditori terricoli. Nidifica spesso nelle vicinanze di insediamenti umani, in anfratti e buchi di rocce, nelle cavità di grossi tronchi o sotto le tegole dei tetti. Questo piccolo falco è stato riconosciuto dall'Unione europea come "specie prioritaria ai fini di conservazione". Le popolazioni apulo-lucane sono considerate fondamentali per la conservazione di questo rapace a livello europeo: sono particolarmente numerose le colonie di grillai che si formano a Matera e nel territorio delle Murge Materane, dove, tra marzo e aprile, centinaia di individui vi arrivano dai luoghi di svernamento, per nidificare; spesso le coppie occupano gli stessi siti di nidificazione dell'anno precedente; al termine dell'estate i grillai intraprendono il loro viaggio di ritorno verso i siti di svernamento, nel continente africano, al sud del Sahara.

Verso

Grillaio