Museopedia

Soffiera a mantice

La soffiera  a mantice è un organo ad otto tasti corrispondenti ad un'unica ottava. E’ composta da una base di legno di abete con mantice e camera di compressione in pelle. L’aria è immessa tramite un soffietto azionato da un pedale. Sul corpo della soffiera è possibile applicare delle canne, chiamate “Canne di Konig”; ad ognuno dei tasti è collegata una valvola  che si apre o si chiude alla pressione del tasto, consentendo o meno il transito dell’aria attraverso le canne. Queste ultime sono formate da tubi aperti in abete con un’imboccatura adattabile alla soffiera. A corredo della soffiera vi è una ricca collezione di tubi sonori Max Kohl di vario tipo, alcuni tubi sono invece della ditta francese Lancelot, ma l'imboccatura si adatta perfettamente alla soffiera.

Approfondimento

La ditta Max Kohl AG   fu fondata in Germania,  a Chemnitz, il 14 marzo del 1876. L’acronimo AG significa “società per azioni” ed è la traduzione del corrispettivo termine tedesco, utilizzato, oltre che nelle nazioni di lingua tedesca e scandinava,anche  in Italia (a partire dal 1942).  La società si specializzò nella costruzione di apparecchi scientifici di precisione che facevano parte  di molteplici laboratori ed università europee. Durante la seconda guerra mondiale la Max Kohl AG venne bombardata dagli alleati e alcuni degli strumenti, rimasti intatti in seguito all’attacco, vennero portati nell’ex Unione Sovietica.