Agata

L’agata è un minerale appartenente alla classe degli ossidi e presenta un sistema cristallino trigonale. E' una sottovarietà di quarzo calcedonio compatta, microcristallina o criptocristallina, con striature di colore leggermente differente, traslucido con lucentezza da opaca a sericea; l'agata ha struttura concrezionale zonata, con zone a struttura fibrosa alternate a zone microgranulari.
si caratterizza per la colorazione a strisce di diversi colori (bianco, blu, rossastro, verde), spesso in zonature più o meno concentriche
L’agata è uno dei minerali più duri (sette nella scala Mohs) è leggero, privo di sfaldature e con una netta frattura concoide. Possiede forte polarizzazione rotatoria,solubile solo nell'acido fluoridrico.
l’agata si forma per deposito chimico da soluzioni acquose ricche di minerali del quarzo (SiO2) entro cavità tondeggianti di rocce laviche. Il reperto in dotazione è una sezione di geode, una roccia cava che contiene al centro piccoli cristalli.
località di provenienza: Uno dei giacimenti più famosi di agata è quello dell'Idar-Oberstein, in Renania-Palatinato, dove l'agata viene raccolta e lavorata fin dal 1548. Altri vasti giacimenti sono presenti in Uruguay e Brasile. In Italia è stata ritrovata in Val di Fassa (Trento).

Curiosità
il nome Agata deriva Dal greco Ἀγαθὴ (Agathe), basato sul vocabolo ἀγαθὸς (agathos), che significa nobile.