Celestina

La celestina è un minerale appartenente alla classe dei solfati. Il suo sistema cristallino è rombico.
Per quanto riguarda l’aspetto presenta cristalli generalmente tabulari o prismatici, ma comune anche in aggregati raggiati, granulari o spatici.
Il minerale può essere incolore oppure bianco, azzurro o giallo.
La celestina è semidura, pesante, fragile con sfaldatura perfetta secondo la base, netta secondo il prisma; può variare da trasparente a traslucida con lucentezza vitrea. Se è impura diventa fluorescente e a volte termoluminescente. È poco solubile negli acidi e nelle basi, fonde facilmente colorando la fiamma di rosso.
È di genesi primaria idrotermale. Si trova frequentemente dispersa o concentrata in fessure e cavità di rocce carbonatiche, in depositi evaporatici associata al gesso, aragonite, zolfo e cloruri.
I migliori esemplari azzurri provengono dal Madagascar, da diverse località degli USA, dalla Germania. In Italia esemplari interessanti si trovano nelle cavità dei basalti di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza e, associati alle formazioni gessoso-solfifere, in Sicilia e Romagna.
Dal latino caelestis, in relazione al colore dei primi esemplari descritti.

Curiosità
La celestina o celestite, è conosciuta anche con il nome di pietra degli angeli, per la sua energia eterea e per le sue proprietà spirituali.