Octopus vulgaris

Octopus vulgaris
Il reperto rappresenta l'anatomia dell'apparato digerente di Octopus vulgaris, noto come polpo comune o piovra. Il polpo comune è un mollusco cefalopode della famiglia Octopodidae; la sua principale caratteristica distintiva è la presenza di otto tentacoli dotati di due file di ventose. Al centro dei tentacoli, nella parte inferiore del corpo, è presente una bocca che conduce a un bulbo boccale, fornito di robuste pareti muscolari e di una mandibola o becco, di natura cornea, formato da due pezzi, simili a denti, che si articolano a cesoia. I polpi sono degli attivi predatori, catturano le prede con i tentacoli, le portano al centro della bocca e attraverso il becco corneo riescono a rompere le conchiglie dei bivalvi e dei gasteropodi di cui si nutrono. Nel bulbo boccale sboccano varie ghiandole salivari, alcune secernono enzimi proteolitici altre secernono un veleno neurotossico che paralizza le prede. Attraverso un esofago il cibo passa in un ventriglio che sbocca nello stomaco, munito di pareti muscolari e provvisto di un ampio cieco a spirale. Dallo stomaco prendono origine due canali che conducono a due ghiandole digestive. Il retto termina in un ano che sbocca all'esterno attraverso il sifone. L'ultimo tratto del retto riceve lo sbocco del sacco dell'inchiostro, una sorta di ghiandola anale, detta anche ghiandola del nero, che secerne un liquido ricco di granuli di melanina; in caso di pericolo tale liquido è espulso all'esterno tramite il sifone, e intorpidendo l'acqua, crea una barriera mimetica che disorienta eventuali predatori.
Il polpo comune è un mollusco ampiamente diffuso in molti mari caldi e temperati. Si trova in abbondanza nel Mediterraneo, nell'Atlantico e nel Pacifico. Predilige fondali costieri sabbiosi o rocciosi fino ad una profondità di 100 metri. È dotato di una vista acuta e un cervello molto evoluto, che lo rende uno degli invertebrati più intelligenti. Le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da BIOLOGIAMARINA.ORG, LE SPECIE DEL NOSTRO MARE www.biologiamarina.org e IL GIORNALE DEI MARINAI, IL BLOG DEL MARE www.ilgiornaledelmarinaio.it

logo museopedia def-01.png