Calyx nicaeensis

La spugna calice, Calyx nicaeensis, è un porifero della classe delle Demosponge. Come per tutti i poriferi l'alimentazione e gli scambi con l'esterno si basano su un sistema di filtraggio: l’acqua viene assorbita dai pori che attraversano la parete dello spongocele e viene espulsa tramite l’osculo, mentre le sostanze nutritive vengono trattenute dai coanociti. Come le altre demosponge, la spugna calice è caratterizzata da spicole silicee cementate da spongina. Generalmente le Demosponge hanno una struttura di tipo leucon, la più evoluta delle strutture, caratterizzata, all'interno del corpo della spugna, dalla presenza di numerose camere rivestite da coanociti, che aumentano la capacità di assorbire le sostanze nutritive. La spugna calice presenta un corpo a forma di calice, di forma irregolare, diametro medio di 25 cm; la consistenza è fibrosa e il colore brunasto. E’ diffusa prevalentemente nel Mar Mediterraneo, in substrati rocciosi e melmosi dai 10 ai 40 metri di profondità; non tollera ampie variazioni di temperatura delle acque. Attualmente è una specie molto rara, al punto da rischiare l’estinzione.
Data la rarità nel Mediterraneo, ne è sconsigliato il prelievo. Se la si ritrova nelle reti per la piccola pesca, è opportuno reintrodurla in natura, specialmente se non si è provvisti di un'adeguata vasca refrigerata in cui conservarla.
le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da BIOLOGIAMARINA.ORG, LE SPECIE DEL NOSTRO MARE www.biologiamarina.org

logo museopedia def-01.png