Physalia Physalis

Physalia physalis, comunemente nota come Caravella portoghese, è una colonia galleggiante di polipi, detti zooidi, che formano un complesso altamente integrato che si comporta come un unico organismo. La struttura portante della colonia è un asse cavo, verticale, su cui sono attaccati i differenti zooidi. Sulla regione alta dell'asse vi è uno zooide modificato, detto pneumatoforo, a forma di sacca galleggiante, ricca di gas, sovrastata da una vela; lo pneumatoforo serve per il galleggiamento della colonia, è lungo da 9 a 30 cm e alto fino a 15 cm, di colore trasparente con tinte blu, viola, rosa o malva; esso preleva dall'atmosfera, o produce autonomamente, i gas di cui ha necessità, costituiti da monossido di carbonio, azoto, ossigeno, argon e tracce di biossido di carbonio; i gas possono essere espulsi da un orifizio con sfintere che si trova all'estremità dello pneumatoforo, in tal modo la colonia regola il galleggiamento; inoltre la sacca può contrarsi assumendo proprietà aerodinamiche. Al di sotto dello pneumatoforo si trovano i tentacoli, costituiti da dattilozoidi, lunghi mediamente 10 metri, sebbene eccezionalmente possono raggiungere i 50 m; i tentacoli sono fortemente urticanti ed hanno il compito di ricercare e catturare le prede e di dirigerle verso i gastrozoidi, che si occupano della loro digestione; della riproduzione si occupano invece i gonozoidi. La caravella portoghese è una specie oceanica che vive al largo, molto comune nelle fasce subtropicali e tropicali degli oceani Atlantico, Indiano e Pacifico; è presente ma non comune nel mar Mediterraneo occidentale. Vive con lo pneumatoforo che galleggia sulla superficie dell'oceano mentre il resto della colonia rimane sommerso. Le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da IL GIORNALE DEI MARINAI, IL BLOG DEL MARE, www.ilgiornaledeimarinai.it

logo museopedia def-01.png