Spongia Agaricina

Spongia agaricina è un porifero appariscente per le caratteristiche forme ad imbuto o a ventaglio e per le dimensioni che occasionalmente, possono sfiorare il metro di diametro. La superficie superiore del porifero è piuttosto uniforme e ornata dalle numerose aperture degli osculi, che sovente hanno i bordi appena rilevati. Vive su fondi detritici o rocciosi, da qualche decina di metri di profondità sino a un centinaio di metri. La forma assunta dalla spugna varia a seconda del tipo di ambiente: la forma a ventaglio, detta anche a orecchio di elefante, viene assunta da in presenza di correnti a direzione costante; l’organismo in questo caso si sviluppa in maniera tale da farsi attraversare efficacemente dal flusso d’acqua, per captare le particelle in sospensione; sui fondali detritici o dove le correnti non sono intense, si sviluppa generalmente con una forma simmetrica, a coppa o a imbuto. Gli esemplari di grandi dimensioni hanno una elevatissima capacità filtrante; essi sono in grado di filtrare eccezionalmente anche 6-8 metri cubi di acqua in un giorno. Spongia agaricina è una specie tipicamente mediterranea che in Italia è segnalata sporadicamente nel Mar Ligure, lungo le coste dell’Alto e Medio Tirreno e lungo le Coste Ioniche. Un tempo era molto più diffusa, mentre oggi è piuttosto rara, sia a causa dei prelievi, sia per epidemie che hanno colpito diverse altre specie mediterranee di spugne. Le immagini degli animali nel loro habitat sono gentilmente concesse da BIOLOGIAMARINA.ORG, LE SPECIE DEL NOSTRO MARE www.biologiamarina.org

logo museopedia def-01.png